Categoria

Messaggi Popolari

1 Laringite
Efficaci rimedi popolari per il raffreddore
2 Rinite
Cerotti di senape quante volte al giorno può essere messo
3 Cliniche
Angina Teraflu
Image
Principale // Prevenzione

Come sbarazzarsi di cattivo umore durante l'influenza?


Influenza e depressione - come fratello e sorella, vengono a visitare il paziente, mano nella mano. Limitando così la capacità del paziente di rimettersi in sesto. Molto presto, medici e professori della Vanderbilt University (USA) ci notificheranno ufficialmente come eliminare la depressione se ARVI è scritto nella lista dei malati. Credono che il freddo dolore provochi una reazione della psiche all'inclusione del sistema immunitario del corpo.

Sono il Dr. Hon-Bin Zhu, Randy Blakey e William Hewlett. Sono impegnati ad attivare artificialmente l'immunità nei topi, causando loro uno stato di "disperazione", simile alla depressione negli umani.

Molti di noi, avendo preso un raffreddore con una temperatura, camminano o non sono i nostri, con un umore chiaramente basso. Finora, questo è stato collegato con la consapevolezza di se stessi fisicamente malsano, ma Hon-Bin Ju ei suoi associati credono che le ragioni di questo si trovano nelle profondità del sistema nervoso centrale. Gli scienziati hanno scoperto che le citochine anti-infiammatorie - composti informativi attivi, come l'interferone - eccitano un trasportatore di serotonina (CEPT) nel ponte tra i neuroni e la sinapsi.

L'aumento dell'attività CEPT porta al fatto che la serotonina è "sbiadita" delle sinapsi con una velocità moltiplicata. Cosa, secondo il cosiddetto. teoria delle ammine, aumenta il rischio di cattivo umore e ansia senza causa. Gli antidepressivi che inibiscono la ricaptazione della serotonina inibiscono l'azione della CEP, pur mantenendo un contenuto stabile di serotonina nel sistema.

I medici hanno preso i topi e hanno incluso nei loro corpi la produzione di citochine anti-infiammatorie. 30-60 minuti dopo, la CEPT è stata attivata nel cervello e gli animali sono precipitati in una profonda depressione. Non è successo niente di male agli stessi topi che mancavano al gene responsabile della CEPT.

Gli scienziati ritengono che il modello che hanno costruito sugli animali da laboratorio indichi uno speciale tipo di disturbo neuropsichiatrico che accompagna i processi infiammatori nelle infezioni virali acute, come l'influenza. Avendo imparato abbastanza sul meccanismo di questo disturbo, i medici saranno in grado di scegliere la formula per il suo trattamento. Ciò, ad esempio, può portare all'emergenza sul mercato di farmaci di nuovi farmaci combinati per alleviare i sintomi dell'influenza che contengono sostanze serotoninergiche come gli antidepressivi. Tali polveri non faranno ammalare il paziente, ma lo libereranno dal dubbio piacere del canto.

Astenia dopo influenza

Parole semplici L'astenia è una condizione debole. Può essere causato da vari fattori. Il sito ogrippe.com dovrebbe parlare di sindrome astenica, che si verifica dopo l'influenza. La causa principale dello sviluppo di astenia in questo caso è l'influenza. Quali sono alcuni modi per superare questa sindrome?

Puoi giudicare l'aspetto di questa condizione solo se hai questi sintomi:

  • Fatica.
  • Irritabilità eccessiva
  • Disturbi del sonno
  • Diminuzione di memoria, concentrazione e prestazioni.

I neurologi hanno notato la causa principale di questa malattia nella violazione del metabolismo nel cervello, che si osserva dopo varie malattie somatiche.

Mal di testa, affaticamento e aumento della fatica si osservano negli esseri umani dopo aver sofferto di influenza. La fatica diventa non solo fisica, ma anche neuro-psicologica. Questi sintomi compaiono senza stress e l'affaticamento non scompare anche dopo un buon riposo o sonno.

L'astenia con i sintomi corrispondenti può essere osservata entro 2-4 settimane dall'influenza e disturbi causati da infezioni fungine, batteriche o parassitarie. A causa dell'intossicazione virale, si verificano acidosi metabolica e ipossia tissutale. A livello cellulare, c'è una violazione del metabolismo energetico dovuta alla carenza di ossigeno. I prodotti di ossidazione si accumulano, portando ad una diminuzione dell'assorbimento di ossigeno da parte dei tessuti.

La violazione del metabolismo proteico influisce anche sul lavoro del sistema nervoso centrale. Il livello di ammoniaca aumenta, il che riduce l'attività di trasmissione degli impulsi nervosi e sconvolge la regolazione del metabolismo energetico.

Cause di astenia

L'astenia può essere preceduta da molti fattori. L'esaurimento di organi dopo vari disturbi è abbastanza normale, il che provoca astenia. Le principali cause della sindrome astenica sono:

  • Malattie infettive
  • Attività fisica
  • Stress mentale
  • Stress emotivo
  • Stress mentale
  • Programma del giorno sbagliato, che è una combinazione di riposo e lavoro.
  • Nutrizione irregolare e impropria.

La nevrastenia è una malattia che è sorta a seguito di forti esperienze emotive. Questa violazione può verificarsi prima della manifestazione di un'altra malattia del corpo. O accompagna la malattia centrale, o si alza dopo che una persona ha avuto una malattia.

L'astenia può manifestarsi in vari sintomi, che dipendono in gran parte dalle cause della sua insorgenza. I principali sintomi con cui può essere identificato sono:

  1. Dolore alla schiena, al cuore, allo stomaco.
  2. Battito cardiaco frequente
  3. Aumento della sudorazione.
  4. Desiderio sessuale ridotto
  5. Senso di paura migliorato.
  6. Sensibilità alla luce e ai suoni.
  7. Riduzione del peso

Le cause frequenti di astenia sono malattie infettive, che includono bronchite o influenza. A seconda delle caratteristiche individuali, l'astenia può prevalere in uno stato di irritabilità o in uno stato di rapida stanchezza.

Spesso, l'astenia è accompagnata da una maggiore stanchezza. Può essere eliminato con l'aiuto di un medico, che per prima cosa condurrà una diagnosi per identificare i sintomi associati:

  • Mal di testa.
  • Irritabilità.
  • Vertigini.
  • Disturbi alimentari: bruciore di stomaco, eruttazione, sensazione di pesantezza allo stomaco, perdita di appetito.
salire

Caratteristiche dello sviluppo di astenia

Ogni sindrome astenica è accompagnata dalle sue peculiarità di sviluppo. Tutto dipende dai fattori che hanno causato l'astenia. Parlando di influenza, una persona con sindrome astenica diventa irritabile, pignola, la sua temperatura aumenta leggermente e la sua capacità diminuisce. L'astenia post-influenzale dura a lungo, a volte fino a un mese.

C'è una tendenza ad aumentare le condizioni asteniche dopo l'influenza o il raffreddore. Gli esperti spiegano questo dal fatto che, prima dell'inizio di queste malattie, le persone soffrono di sindrome astenica, causata, per esempio, da esperienze nervose o stanchezza fisica. Così, l'astenia contribuisce all'emergenza di influenza, raffreddori e altre malattie, e poi si manifesta di nuovo, ma dopo il recupero.

L'astenia è il principale disturbo dell'uomo moderno. Ciò è dovuto al modo di vivere che ognuno deve guidare, se vuole raggiungere il successo, ottenere qualcosa e diventare una persona di successo. L'individuo è costantemente in condizioni di lavoro, non permettendo a se stesso di rilassarsi completamente e persino di riprendersi.

L'astenia non passa da sola, è in continua evoluzione, se non per affrontare la sua eliminazione. In primo luogo, la persona si sente stanca, quindi si sente debole. Finalmente, ora ci sono pensieri che è tempo di rilassarsi. Tuttavia, anche questo non accade, perché una persona non si concede il sonno per molto tempo e acquista forza. Una volta migliorato lo stato di salute, la persona crede di essersi già ripreso. Inizia di nuovo a lavorare, non completamente liberato dalla fatica. I principali fattori sono percepiti come secondari, il che consente alla malattia di svilupparsi con calma e gradualmente.

La mancanza di trattamento per l'astenia e il duro lavoro portano a una fatica ancora maggiore. Qui una persona pensa davvero al resto. Tuttavia, se permette all'inerzia di prendere il sopravvento, allora inizia a lavorare con la forza. Ora l'astenia sta guadagnando slancio, diventa progressiva.

Presto c'è apatia, che è accompagnata da mal di testa. La forza e l'energia non c'è più, la persona è costretta a lavorare, attraverso la forza di volontà. Tutto questo arriva all'inizio della depressione.

Quali sono alcuni modi per superare l'astenia?

Parlando di astenia, in generale si parla di tensione, stanchezza, stanchezza e debolezza. Questi sintomi possono essere eliminati in una varietà di modi che danno energia, piacere, soddisfazione morale, pace della mente o riposo. Quali sono alcuni modi per superare l'astenia?

Considera alcuni di loro:

  1. Elimina bevande alcoliche e caffè forte. Queste bevande eccitano il sistema nervoso.
  2. Esercizio, che non è estenuante, e porta piacere.
  3. Fai una doccia a contrasto, soprattutto prima di andare a dormire.
  4. Nuota, non necessariamente in un grande ritmo. La cosa principale è godersi il processo.
  5. Dormi abbastanza Aiuta il cervello ad essere più saturo di elementi utili. Aiuteranno anche farmaci speciali che il medico può prescrivere.
  6. Mangia bene Il cervello migliora il cibo proteico: fagioli, carne, soia. Prodotti a base di fegato e uova (vitamina B), formaggio, tacchino, banana, pane di grano (contengono triptofano). Questi prodotti contribuiscono allo sviluppo di specifici ormoni: metionina, colina, serotonina, norepinefrina. Queste sostanze alimentari aiutano l'attività cerebrale, che contribuisce alla rapida eliminazione dell'oblio e della distrazione. Si formano emozioni positive.
  7. Bere vitamina C. L'acido ascorbico diventa importante nel periodo successivo al recupero dalla malattia. La vitamina contiene molto nel cibo. Anche qui è necessario aggiungere ferro, magnesio, manganese, fosforo, calcio e altri elementi.
  8. Prendere complessi vitaminici. Non è necessario parlare dei benefici di un particolare gruppo di vitamine. Dovresti mangiare cibi che riempiano il corpo con varie vitamine. Questi sono: verdura, ribes, olivello spinoso, rosa canina, banane, kiwi, pere, mele. Puoi fare yogurt magro, insalate, bevande alla frutta.
  9. Prendi gli adattogeni. Diventano utili se c'è costante stanchezza e indifferenza dopo l'influenza e la pressione sanguigna diminuisce. Gli adattogeni includono Leuzeu, Ginseng, Pantocrinum, che vengono aggiunti alle vostre bevande preferite, ma non a quelle alcoliche.
  10. Per fare decotti di erbe. Se, dopo aver sofferto l'influenza, si sviluppa l'insonnia, prima di andare a dormire dovresti usare tisane: luppolo, geranio, valeriana. Se non vuoi fare un decotto, puoi applicare olio essenziale di lavanda, origano, ecc., Al cuscino.Un altro metodo di insonnia può essere l'irrigazione dei piedi con acqua fredda prima di andare a letto.
  11. Osserva la modalità di andare a letto e alzarsi. Se vai sempre a letto e ti alzi allo stesso tempo, allora il corpo si abituerà al regime e si sentirà bene nel momento in cui hai bisogno di svegliarti.

Se necessario, prima di andare a letto dovresti fare una doccia ad una temperatura piacevole.

Dovrebbe riposare più spesso, questo è particolarmente importante dopo il recupero dall'influenza o altre malattie. Altre volte, non bisogna caricarsi di lavoro eccessivo per non ridurre l'immunità e le difese del corpo, rendendolo debole prima delle infezioni.

prospettiva

L'astenia, o un'altra parola - debolezza, si sente sempre dopo aver sofferto la malattia. A seconda della gravità e della durata della malattia, la persona ripristina anche la forza per molto tempo. La previsione è confortante se una persona si permette di recuperare, acquisire forza, riposare dopo una malattia, che può essere paragonata al lavoro.

L'astenia non influisce sulla longevità. Colpisce il benessere generale di una persona e la forza del suo sistema immunitario. Se una persona non si concede un buon riposo, non recupera e non allevia il suo sistema nervoso, quindi la sua immunità diventa debole. E questo è un terreno fertile per la penetrazione di virus e batteri al fine di provocare una nuova malattia.

Non sorprende che le persone dopo una malattia si ammalino rapidamente di nuovo. Si ritiene che l'immunità sia "indurita" dopo la lotta contro la prima infezione. In realtà, è esausto, perché tutte le forze e le risorse sono dirette al recupero.

Attacchi di panico e IRR dopo un raffreddore

La distonia vegetativa-vascolare è una condizione caratterizzata da disturbi nell'attività del sistema nervoso periferico e dissonanza nell'interazione delle divisioni simpatiche e parasimpatiche. Il termine IRR è ampiamente usato nella pratica medica per spiegare una varietà di sintomi di disturbi somatici e mentali. Secondo le statistiche, oltre l'80% delle persone ha notato alcune manifestazioni di distonia.

L'IRR non è una malattia indipendente, ma un nome collettivo per varie patologie nell'attività degli organi interni. La distonia è una conseguenza dei disturbi funzionali nel lavoro del sistema nervoso autonomo, che porta a nuovi disturbi e malfunzionamenti nel funzionamento del corpo. Spesso questo si verifica sotto l'influenza di influenze esterne e viene attivato da infezioni secondarie. Le malattie catarrali possono causare lo sviluppo della distonia e, insieme all'IRR già sviluppato, diventano la causa di vari disturbi neurologici e funzionali.

VSD e freddo

I raffreddori possono essere l'impulso per lo sviluppo della distonia vegetativa-vascolare. In realtà, qualsiasi infezione o un malfunzionamento minore dei sistemi di organi può innescare una reazione a catena. I suoi collegamenti sono sintomi, una combinazione dei quali è chiamata IRR.

Spesso le persone non attribuiscono importanza ai raffreddori, ritenendo che non siano gravi e siano facilmente curabili. Infatti, le malattie infettive sottotrattate provocano disturbi patologici dell'ANS, accompagnati dai seguenti sintomi:

  • tachicardia;
  • salti di pressione sanguigna;
  • aritmia;
  • attacchi d'asma;
  • sgabello sconvolto;
  • palme da sudore;
  • minzione frequente;
  • falsa voglia di defecare;
  • irritabilità;
  • insonnia;
  • attacchi di panico.

A sua volta, la distonia causa una diminuzione dell'immunità e, di regola, diventa la base per il decorso recidivante delle malattie infettive. Pertanto, l'IRR è una conseguenza e la causa di frequenti raffreddori allo stesso tempo.

L'elenco delle manifestazioni della distonia è molto più ampio e varia a seconda delle caratteristiche individuali di una persona. I sintomi di solito diventano più luminosi e appaiono più intensi durante il periodo di comorbilità e in condizioni di stress.

L'attacco di panico è una manifestazione di natura neurologica, accompagnata dall'attivazione del sistema nervoso simpatico con i sintomi corrispondenti:

  • soffocamento, mancanza di aria;
  • palpitazioni cardiache;
  • aumento della sudorazione (specialmente nella parte posteriore, collo, fronte);
  • nausea;
  • vomito;
  • vertigini;
  • brividi;
  • tremore delle membra;
  • perdita di un senso della realtà.

Questa condizione può durare da alcuni minuti ad alcune ore. Può provocare la sindrome da postumi di una sbornia, stress severo, sovraeccitazione, infezione. Attacchi di panico nell'IRR dopo un raffreddore si verificano sullo sfondo di complicanze caratterizzate da infiammazione nell'ANS. malattie infettive comportano riduzione di immunità locale e generale, oltre a ridurre la quantità di immunoglobuline A e M. Questo è dovuto al fatto che le sacche di infezione assume la forma di un decorso cronico, e senza trattamento adeguato può gradualmente erodere il rapporto tra gangli e enti di loro. Pertanto, i raffreddori sono uno dei principali fattori che esacerbano l'IRR.

VSD e ORVI

Le infezioni virali respiratorie acute sono abbastanza comuni e appartengono al gruppo dei raffreddori. I sintomi generali sono abbastanza pronunciati. Inizialmente, la malattia è accompagnata da sintomi di riproduzione del virus nei luoghi di penetrazione nel corpo (naso, gola), nella fase successiva ci sono segni di intossicazione generale, manifestata da brividi e articolazioni doloranti, a volte c'è infiammazione dei linfonodi.

Lo stadio finale della malattia è espresso dallo scarico dell'epitelio morto, in cui il virus si moltiplica, che si manifesta con un naso che cola e una tosse con espettorato. Durante questo periodo, il corpo è indebolito, gli anticorpi sviluppati durante la malattia non possono ancora servire da barriera sufficientemente forte per proteggere il corpo da influenze esterne dannose. A causa della ridotta immunità e della presenza di focolai residui di infezione, l'infiammazione può svilupparsi nei nodi del sistema nervoso periferico.

Questa situazione è estremamente favorevole per lo sviluppo di un complesso di sintomi definiti collettivamente dalla distonia vegetativa-vascolare. Di solito, una persona prende debolezza, irritabilità, disturbi del sonno per i segni residui di una malattia, ma in realtà segnala l'aggravamento della malattia con l'aggiunta di sintomi neurologici.

Lo sviluppo di VSD dopo ARVI si verifica abbastanza spesso. Le condizioni di vita moderne presuppongono l'esistenza di una moltitudine di attività quotidiane, di lavoro e di spostamenti in città nel trasporto pubblico. Un programma così impegnativo non solo riduce significativamente la capacità dell'organismo di resistere all'esposizione patogenica dall'esterno, ma impedisce anche la rilevazione tempestiva dei sintomi iniziali della distonia.

VSD e influenza

L'influenza si riferisce a malattie infettive acute all'interno del gruppo di SARS. Questa è una malattia piuttosto pericolosa che non ha sintomi specifici e può portare a complicazioni quali gonfiore del cervello, emorragia nei tessuti. Anche l'IRR causato dall'influenza è una complicazione comune. Ciò è dovuto al fatto che l'influenza è una malattia grave che richiede un trattamento tempestivo e adeguato, ma a causa della mancanza di un quadro clinico chiaro, è spesso confusa con altre malattie catarrali.

L'influenza è caratterizzata dai seguenti sintomi:

  • la presenza di un periodo di incubazione;
  • temperatura corporea elevata (fino a 39 ° C);
  • mancanza di un raffreddore;
  • manifestazioni di intossicazione generale.

Di solito con una terapia antibiotica attiva, i sintomi scompaiono completamente dopo 4-5 giorni, la settimana successiva è accompagnata da grave debolezza, affaticamento, disturbi del sonno e febbre situazionale (raramente).

Il pericolo dell'influenza risiede nel fatto che l'infezione sullo sfondo di un IRR già progressivo è irto di aggravamento dei sintomi neurologici della distonia e dello sviluppo di disturbi mentali. L'effetto dannoso dell'influenza sul sistema nervoso si incontra spesso, nella maggior parte dei casi è espresso dalla neurotossicosi (cefalea, depressione, nevrosi).

La depressione dopo l'influenza può essere causata da una mancanza di serotonina prodotta nell'intestino. Per la produzione dell'ormone della felicità, che è responsabile non solo delle emozioni positive, ma anche della concentrazione dell'attenzione, della coordinazione dei movimenti, dell'attività mentale, è necessaria la luce solare, in sua assenza la produzione di serotonina diminuisce e, di conseguenza, il livello di immunità diminuisce.

Un'immunità ridotta provoca lo sviluppo di malattie infettive, che a loro volta possono essere la causa di una depressione prolungata. La distonia vegetativa-vascolare contribuisce a un più lungo decorso dei disturbi depressivi e impedisce anche il suo naturale trattamento da parte dell'organismo a causa dei legami interrotti tra il sistema nervoso e il cervello.

L'effetto dei virus del gruppo SARS sul cervello e l'attività nervosa del corpo provoca lo sviluppo di nevrosi dopo l'influenza. Neurosi - una serie di disturbi mentali di varia origine, caratterizzati da un decorso prolungato. La malattia è accompagnata da manifestazioni isteriche e ossessive, diminuzione delle prestazioni mentali, sintomi neurologici pronunciati (cefalea, attacchi di panico, depressione).

La distonia vegetativa-vascolare si sviluppa sullo sfondo di uno stato vulnerabile del corpo dovuto all'aggiunta di infezioni, al verificarsi di stress, a patologie somatiche funzionali. Di per sé, la malattia non rappresenta un serio pericolo, tuttavia, le complicanze causate dalla distonia durante i periodi di aumento dei rischi per la salute dall'ambiente esterno possono ridurre significativamente la qualità della vita umana.

I pazienti si deprimono dopo l'influenza

Se hai subito un trattamento antinfluenzale, sei già a rischio a causa della minaccia di depressione. I medicinali per questa malattia virale colpiscono i batteri nel corpo, il che aumenta il rischio di disturbi mentali.

L'influenza può confinare una persona a letto per diversi giorni. Secondo gli scienziati questa malattia virale non solo priva il nostro corpo di energia, ma aumenta anche il rischio di depressione. La tosse, il raffreddore e l'intossicazione alimentare possono avere effetti simili. Il fatto è che le medicine destinate al trattamento delle infezioni influenzano la composizione dei batteri nell'intestino e questo aumenta la probabilità di disturbi mentali.

Precedenti studi hanno dimostrato che i pazienti ospedalizzati con infezioni gravi hanno un aumentato rischio di schizofrenia e depressione. Tuttavia, i ricercatori dell'Università di Aarhus in Danimarca hanno trovato una connessione simile tra tutte le infezioni che richiedono un trattamento, nemmeno le più gravi. Gli scienziati hanno osservato la salute mentale delle persone che sono stati trattati con antibiotici, farmaci antivirali e altri farmaci progettati per combattere le malattie fungine e parassiti. Hanno poi calcolato il rischio di sviluppare schizofrenia e depressione per scoprire se aumenta dopo l'inizio del trattamento delle infezioni.

Si è scoperto che tra i pazienti con una diagnosi di schizofrenia, il 17,4% era stato precedentemente ricoverato in ospedale con infezioni. Tra le vittime della depressione, il loro numero era del 18,7%. Questi studi forniscono informazioni di riflessione per i medici che devono affrontare il trattamento delle infezioni. È possibile che i medici debbano essere più attenti non solo alla salute fisica ma anche alla salute mentale dei loro pazienti durante e dopo la terapia. (LEGGI TUTTO)

Cos'è l'astenia dopo l'influenza?

È possibile giudicare che il paziente ha sviluppato astenia dopo l'influenza, se ha affaticamento, accompagnato da eccessiva irritabilità, disturbi del sonno, perdita di memoria, prestazioni e concentrazione. I neurologi sostengono che questa condizione si verifica quando i disturbi metabolici nel cervello, che possono verificarsi dopo una varietà di malattie somatiche.

Le cause della malattia

Dopo una malattia che impoverisce gli organi interni del paziente, può verificarsi astenia. Ogni tipo di infezione può causare questo fenomeno, oltre a un sovraccarico mentale, emotivo, psicologico e fisico, una routine giornaliera poco organizzata, cioè lavoro e riposo, una dieta scorretta e irregolare e molti altri fattori.

Di regola, l'astenia, che appariva come risultato di esperienze a lungo termine, appartiene alla categoria della nevrastenia. Inoltre, questa violazione si verifica nel periodo iniziale di malattie degli organi interni. Allo stesso tempo astenia o accompagna la malattia centrale, o si verifica dopo che finisce.

Tale violazione ha molti sintomi caratteristici, in particolare, è il dolore nella regione del cuore, della schiena, dell'addome. Inoltre, il paziente aumenta la sudorazione, il battito del cuore diventa rapido, la persona è ossessionata da una sensazione di paura, mentre il desiderio sessuale diminuisce, il peso diminuisce e la sensibilità ai suoni e alla luce si sviluppa.

Perché nasce un fenomeno del genere? Come notato sopra, il più delle volte l'astenia compare dopo malattie infettive, che sono l'influenza o la bronchite. Quindi, gli esperti dicono che questa deviazione ha due tipi, con uno dei quali prevale la fatica, con l'altro diventa molto irritabile.

Molto spesso, le persone soffrono del primo tipo di astenia. Se vai da un medico con una costante sensazione di stanchezza, lo specialista sarà in grado di fare una diagnosi corretta solo se questo sintomo è accompagnato anche da mal di testa, vertigini, irritabilità, disturbi digestivi, cioè bruciore di stomaco, eruttazione, sensazione di pesantezza allo stomaco, diminuzione dell'appetito.

Caratteristiche del verificarsi di astenia

L'astenia ha alcune delle sue caratteristiche e dipendono dalla malattia che ha causato la violazione. Quindi, se parliamo di influenza, allora tali pazienti diventano nervosi, la persona diventa eccessivamente irritabile, pignola, la sua temperatura aumenta un po 'e la sua capacità di lavoro diminuisce. Il cosiddetto rifiuto post-influenza dura un periodo piuttosto lungo, a volte raggiunge un mese.

Inoltre, non è incoraggiante il fatto che il numero di casi di astenia dopo l'influenza o il raffreddore sia in aumento. Gli esperti spiegano questo dal fatto che i pazienti, di regola, hanno alcune manifestazioni di questa deviazione prima della malattia. Così, l'astenia porta terreno fertile per l'emergenza di alcuni raffreddori, a causa dei quali l'astenia post-influenzale si verifica in seguito.

Inoltre, questo disturbo ha uno sviluppo costante. Per cominciare, una persona si sente un po 'stanca, dopo di che crolla. Poi la persona sta già iniziando a capire che dovrebbe prendere almeno una breve pausa, tuttavia, non si riposa correttamente e si impone di lavorare senza essere completamente restaurato. In questo caso, la sistematizzazione dei compiti causa certe difficoltà, una persona molto spesso considera i fenomeni minori come i principali.

Inoltre, la situazione è solo aggravata. Una persona inizia a soffrire di più stanchezza, dopo di che viene la comprensione che, tuttavia, il riposo è semplicemente necessario. Tuttavia, in questo caso, il paziente è molto difficile da fermare, e continua a lavorare come prima, cioè per inerzia. Di conseguenza, la sindrome da astenia è progressiva. C'è una sensazione di apatia, e ci sono mal di testa costanti, il sonno è disturbato. Dopo un po 'di tempo, tutti questi sintomi portano presto alla depressione.

Quali sono alcuni modi per superare l'astenia?

Per eliminare un fenomeno così spiacevole, hai bisogno di tutta una serie di attività. Se parliamo più specificamente di loro, allora una persona che sta vivendo un'astenia, dovrà abbandonare l'assunzione di bevande alcoliche e l'uso di caffè fermentato forte. Allo stesso tempo, dovresti esercitare regolarmente, il che non solo dovrebbe essere estenuante, ma anche portare un certo piacere. È anche necessario fare una doccia di contrasto, ma dovrebbe essere piacevole alla temperatura corporea e comunque non fastidiosa.

Questa procedura dovrebbe essere eseguita prima di andare a letto. Le lezioni di nuoto sono anche un grande salvataggio da questa malattia. Inoltre, i medici prescrivono strumenti speciali che migliorano l'alimentazione cerebrale. Un risultato eccellente porterà e sonno completo.

Particolare attenzione dovrebbe essere rivolta alla nutrizione. Quindi, è necessario assumere prodotti che migliorano la funzione cerebrale. Questo è un alimento ricco di proteine, ovvero prodotti a base di carne, legumi e prodotti a base di soia. Le vitamine appartenenti al gruppo B hanno le stesse proprietà: uova e prodotti a base di fegato. Il triptofano, utile anche in questa situazione, si trova nel formaggio, nel tacchino, nelle banane e nel pane integrale.

Se si mangiano alimenti ricchi di vitamine e triptofano, la persona migliora rapidamente l'umore, perché influisce sul rilascio di ormoni come la serotonina, la colina, la metionina e la norepinefrina. Inoltre, tali sostanze sono stimolatori del lavoro attivo del cervello, mentre la distrazione e l'oblio scompaiono e si formano emozioni positive.

Non dovremmo dimenticare l'acido ascorbico, perché è lei che partecipa al metabolismo energetico. Pertanto, vi è la necessità di vitamina C dopo l'intervento chirurgico o la malattia influenzale. Affinché possa aver luogo un metabolismo energetico a tutti gli effetti, devono essere consumati prodotti contenenti ferro, manganese, calcio o magnesio, nonché fosforo e altre sostanze benefiche.

È necessario inserire nella dieta e i seguenti prodotti, come ribes, rosa canina, verdure varie, olivello spinoso, kiwi e molti altri. È necessario ricordare sul complesso di vitamine e minerali. Inoltre, i medici dicono che il trattamento dell'astenia è impossibile senza l'assunzione di preparati vitaminici. Possono essere ottenuti a casa, ogni pasto dovrebbe essere arricchito con macedonie, che dovrebbero includere banane, pere o mele, dovrebbero essere coccolati con yogurt magro e succo di bacche.

Se dopo l'influenza c'è indifferenza, affaticamento costante, la pressione sanguigna diminuisce, quindi si dovrebbe prestare attenzione agli adattogeni.

Può essere pantocrinum, ginseng o leuzea. Quindi, per esempio, il panktokrin ha permesso di aggiungere alla tua bevanda preferita, ma non all'alcol.

Ma se lo stato post-influenzale è accompagnato da insonnia, quindi prima di andare a letto, è necessario bere decotti di erbe che leniscono. Valeriana perfetta, luppolo o geranio. Se non vuoi trascorrere del tempo sul decotto, è sufficiente mettere sul cuscino qualche goccia di olio essenziale, come lavanda, origano e altri.

Alzati e vai a letto ad una certa ora. A causa di ciò, il corpo si abituerà rapidamente al regime e non sarà necessario impostare l'allarme e la persona si sentirà sempre vigorosa e sicura. Per rendere il sonno più forte, si consiglia di andare a letto prima di fare una doccia a una temperatura confortevole per il corpo. Alcuni vengono salvati dall'insonnia con il seguente metodo. Raccolgono semplicemente acqua fredda e la versano sopra i loro piedi prima di andare a dormire.

Se ascolti un consiglio così semplice, la condizione post-influenzale non disturberà mai la persona guarita.

Le persone si deprimono dopo l'influenza

Se hai subito un trattamento antinfluenzale, sei già a rischio a causa della minaccia di depressione. I medicinali per questa malattia virale colpiscono i batteri nel corpo, il che aumenta il rischio di disturbi mentali.

L'influenza può confinare una persona a letto per diversi giorni. Secondo gli scienziati questa malattia virale non solo priva il nostro corpo di energia, ma aumenta anche il rischio di depressione. La tosse, il raffreddore e l'intossicazione alimentare possono avere effetti simili. Il fatto è che le medicine destinate al trattamento delle infezioni influenzano la composizione dei batteri nell'intestino e questo aumenta la probabilità di disturbi mentali.

Precedenti studi hanno dimostrato che i pazienti ospedalizzati con infezioni gravi hanno un aumentato rischio di schizofrenia e depressione. Tuttavia, i ricercatori dell'Università di Aarhus in Danimarca hanno trovato una connessione simile tra tutte le infezioni che richiedono un trattamento, nemmeno le più gravi. Gli scienziati hanno osservato la salute mentale delle persone che sono stati trattati con antibiotici, farmaci antivirali e altri farmaci progettati per combattere le malattie fungine e parassiti. Hanno poi calcolato il rischio di sviluppare schizofrenia e depressione per scoprire se aumenta dopo l'inizio del trattamento delle infezioni.

Si è scoperto che tra i pazienti con una diagnosi di schizofrenia, il 17,4% era stato precedentemente ricoverato in ospedale con infezioni. Tra le vittime della depressione, il loro numero era del 18,7%. Questi studi forniscono informazioni di riflessione per i medici che devono affrontare il trattamento delle infezioni. È possibile che i medici debbano essere più attenti non solo alla salute fisica ma anche alla salute mentale dei loro pazienti durante e dopo la terapia.

Una persona può sviluppare depressione dopo l'influenza.

Gli scienziati danesi hanno trovato un collegamento tra l'infezione e l'ulteriore sviluppo dei disturbi mentali.

Il rischio di ottenere una depressione aumentava del sessantadue percento se la malattia infettiva era grave e il paziente era ricoverato in ospedale.

La barriera emato-encefalica che protegge il cervello nel corpo di una persona dopo una malattia infettiva o un'infiammazione che si è trasmessa può fallire, anche dopo che il paziente è completamente guarito, gli effetti dell'infiammazione possono rimanere, informa Med Express.

Le osservazioni hanno anche mostrato che ogni terza persona che soffre di depressione ha avuto una malattia infettiva poco dopo.

Praticamente ogni persona almeno una volta ha sofferto di infezioni della pelle o dello stomaco. Questa conclusione è stata fatta dagli scienziati danesi, si basa sui risultati di uno studio di tre milioni di cittadini della Danimarca, condotto dal 1997 al 2012. Le conseguenze dell'infezione possono influenzare il cervello, dicono gli scienziati, causando disturbi mentali.

Gli esperti hanno trovato un collegamento tra l'infezione e l'ulteriore sviluppo dei disturbi mentali. Il rischio di ottenere una depressione aumentava del sessantadue percento se la malattia infettiva era grave e il paziente era ricoverato in ospedale.

Depressione dopo l'influenza

I focolai di influenza e infezioni virali respiratorie acute (ARVI) in inverno sono tutt'altro che rari. Secondo la supervisione dei medici, le persone che hanno sofferto della malattia manifestano astenia post-infettiva, manifestata in debolezza, letargia, disturbi del sonno e un leggero aumento della temperatura. L'astenia dopo l'influenza può durare un periodo piuttosto lungo (1-2 mesi), riducendo significativamente la capacità di lavorare di una persona, interferendo con la sua vita attiva, che la distingue dall'esaurimento fisico. Secondo le osservazioni dei medici, i casi di astenia dopo l'influenza o il raffreddore sono diventati molto più frequenti, e questo è spiegato dal fatto che molti pazienti avevano già alcune anormalità prima della malattia e i sintomi di astenia dopo l'influenza diventano semplicemente più pronunciati, con una tendenza all'ulteriore sviluppo. Dopo aver avuto l'influenza, molte persone cercano di non ridurre il loro normale ritmo di lavoro, non danno abbastanza tempo per riposare, il che non solo può aumentare la sensazione di stanchezza fisica, ma anche portare alla perdita di forza e allo sviluppo di apatia, mal di testa, insonnia. Pertanto, dopo il trattamento dei principali sintomi dell'influenza, è necessario pensare a come recuperare dall'influenza.

Stanchezza fisica o astenia?

L'astenia può svilupparsi proprio all'inizio della malattia, ma il più delle volte questa difficoltà si verifica quando la malattia causata da un'infezione virale è nella fase di completamento, quando il corpo è particolarmente indebolito.

Molti, iniziando a lavorare, provano un'elevata stanchezza fisica durante il giorno e fatica. Essi comportano irritabilità e disturbi del sonno, che sono spesso attribuiti a un giorno fallito oa uno stress emotivo. Tuttavia, tutte queste manifestazioni sono strettamente associate a un'infezione virale precedentemente trasferita, che acquisisce sintomi di astenia post-infettiva. L'astenia dopo l'influenza ha una differenza significativa dall'affaticamento fisico. L'astenia post-infettiva è protratta e non si allontana nemmeno dopo una notte di sonno completo e riposo, quindi richiede un trattamento, poiché le cause principali dello sviluppo di astenia dopo l'influenza sono associate all'acidosi metabolica e all'ipossia tissutale. Un altro fattore di infezione virale e lo sviluppo di astenia post-infettiva è una violazione del metabolismo delle proteine, che porta ad un aumento del livello di ammoniaca nel sangue, che contribuisce alla disfunzione del sistema nervoso centrale, complica la trasmissione degli impulsi nervosi e la regolazione del metabolismo energetico.

La manifestazione di astenia post-infettiva

Per l'astenia post-infettiva, i reclami di pazienti come l'alta stanchezza mentale e fisica sono i più caratteristici e, con un aumento del carico, l'insorgenza di una sensazione immotivata di affaticamento e persino perdita di forza, l'insorgenza di ansia irragionevole e tensione nervosa, difficoltà di concentrazione. Insieme alle manifestazioni fisiologiche della fatica dopo che l'influenza è stata espressa dall'instabilità emotiva, dalla tendenza all'aumento del pianto, della suscettibilità, dell'eccessiva capricciosità e dell'ipersensibilità, può esserci una sensazione di nervosismo interiore. Una caratteristica di astenia dopo l'influenza è il disturbo del sonno. Di norma, i pazienti hanno difficoltà ad addormentarsi, difficoltà con il rilassamento e risveglio mattutino, che come risultato causa una sensazione di stanchezza mattutina, diminuzione dell'appetito e potenza. Nell'astenia post-infettiva, sono spesso osservati sintomi quali sudorazione eccessiva, disturbi del ritmo cardiaco, sensazione di mancanza d'aria, diminuzione della soglia di tolleranza di vari stimoli esterni (luce, suono, gocce meteorologiche, ecc.), Caratteristica della sindrome astenica. Tutti questi fattori, ovviamente, influenzano in modo significativo la vita quotidiana, possono innescare cambiamenti comportamentali.

La natura dell'astenia dopo l'influenza

L'astenia dopo l'influenza può essere sia di natura iperastenica, che si manifesta all'inizio della malattia, che si manifesta in maggiore irritabilità, mancanza di integrità, senso di disagio "interno" e carattere ipostenico, che si verificano dopo aver sofferto forme gravi di infezione virale, che manifestata sonnolenza, attività ridotta, muscolare debolezza, attacchi rari di irritabilità.

Inoltre, i principali segni di astenia post-infettiva possono essere accompagnati da instabilità emotiva, vegetativa (aumento della sudorazione, vertigini, aumento del battito cardiaco) o disturbi funzionali degli organi, completa mancanza di senso di allegria, non passando durante il giorno.

Astenia dopo il recupero di influenza

Per recuperare dopo l'influenza, è necessario selezionare una terapia adeguata, combinata con una modalità di lavoro e di riposo adeguatamente organizzata. Una buona prevenzione dell'astenia dopo l'influenza è un riposo attivo, camminare all'aria aperta, praticare sport, procedure idriche (docce contrastanti, una piscina, bagni con sale marino, pini o decotto di erbe con un effetto calmante). Varie tecniche di rilassamento (rilassamento) hanno un effetto benefico sul lavoro del sistema nervoso. È anche importante tenere traccia della nutrizione, che deve essere bilanciata, contenente quantità sufficienti di vitamine e oligoelementi.

Eliminate dalla dieta bevande alcoliche, tè nero forte e caffè, trarrete grande beneficio da lampone, ribes nero o succo di mirtillo (da bacche fresche congelate), biancospino o decotto di rosa canina, che hanno un effetto tonico, contenente una quantità significativa di vitamina C, che è coinvolta nel metabolismo energetico.

Ripristino del metabolismo energetico dopo infezioni virali

Per ripristinare il metabolismo energetico nel corpo dopo infezioni virali, ha bisogno di macronutrienti come calcio, magnesio, ferro, manganese, fosforo. che fornirà una corretta alimentazione e complessi vitaminici. Vitamine Apitonus P - il tuo assistente per la lotta contro l'astenia dopo l'influenza, contiene prodotti naturali delle api (pappa reale e polline), che sono arricchiti da un complesso antiossidante (diidroquercetina, vitamina C e vitamina E), normalizzando le reazioni redox nel corpo.

Per ripristinare il potere dopo l'influenza, è necessario ripristinare il sonno, che è disturbato da astenia post-infettiva. Qui verrai in aiuto di erbe medicinali sedative: valeriana officinalis, motherwort, erba di San Giovanni, Ivan-Chay (fireweed), salvia, camomilla, origano.

Sulla base di erbe medicinali sedative, sono stati prodotti i farmaci Valerian P, Motherwort P, St. John's Wort e Ivan-Chai P, che consentono di ripristinare il sonno sano e prevenire lo sviluppo di una sindrome aseno-depressiva, che l'astenia può causare dopo l'influenza. La composizione di questi preparati a base di erbe comprende la vitamina C, che aumenta l'effetto delle materie prime medicinali e contribuisce alla rimozione delle tossine dal corpo.

Erbe sedative per astenia post-infettiva

Per eliminare l'astenia post-infettiva, le erbe sedative sono più efficaci, fornendo una sedazione più rapida e più prolungata. Il complesso biologicamente attivo Nervo-Vit, che è stato insignito del titolo di uno dei 100 migliori prodotti del 2012, è stato realizzato sulla base della cianosi blu, che rende possibile accelerare il trattamento dell'astenia post-infettiva, eliminare l'ansia e l'ansia e recuperare rapidamente dall'influenza. Questa particolare cultura medicinale viene anche utilizzata nel trattamento dell'apparato respiratorio, da complicanze a cui spesso soffrono le persone che hanno avuto l'influenza. Nervo-Wit contiene anche altre erbe sedative (valeriana, motherwort, balsamo di limone), il cui effetto combinato e la vitamina C, che è anche una parte, garantiranno un sonno sano e non consentiranno lo sviluppo della depressione dopo una malattia, aiuterà il corpo a trasferire più facilmente lo stress da un'infezione virale, aumenterà livello di resistenza allo stress dell'organismo.

I preparati contenenti erbe-adattogeni - Eleuterococco P, Leuzey P, Echinacea P, che possono essere assunti solo al mattino, in modo da non provocare l'insonnia, contribuiranno ad aumentare il tono, sentire vigore e sostenere l'immunità.

Depressione dopo l'influenza

Domande correlate e raccomandate

1 risposta

Cerca nel sito

Cosa succede se ho una domanda simile, ma diversa?

Se non hai trovato le informazioni necessarie tra le risposte a questa domanda, o il tuo problema è leggermente diverso da quello presentato, prova a chiedere al dottore un'ulteriore domanda in questa pagina se è sulla domanda principale. Puoi anche fare una nuova domanda e dopo un po 'i nostri medici risponderanno. È gratis Puoi anche cercare le informazioni necessarie in domande simili su questa pagina o attraverso la pagina di ricerca del sito. Saremo molto grati se ci raccomanderai ai tuoi amici sui social network.

Medportal 03online.com svolge consultazioni mediche nelle modalità di corrispondenza con i medici sul sito. Qui ottieni le risposte dei veri praticanti nel tuo campo. Attualmente, il sito può ricevere la consultazione su 45 aree: allergologo, Venerologia, gastroenterologia, ematologia e genetica, ginecologo, omeopata, ginecologo dermatologo per bambini, neurologo infantile, chirurgia pediatrica, endocrinologo pediatrico, nutrizionista, immunologia, malattie infettive, cardiologia, cosmetologia, logopedista, Laura, mammologa, avvocato medico, narcologo, neuropatologo, neurochirurgo, nefrologo, oncologo, oncologo, chirurgo ortopedico, oftalmologo, pediatra, chirurgo plastico, proctologo, Psichiatra, psicologo, pneumologo, reumatologo, sessuologo-andrologo, dentista, urologo, farmacista, phytotherapeutist, flebologo, chirurgo, endocrinologo.

Rispondiamo al 95,62% delle domande.

Come recuperare dopo la SARS?

I medici stanno suonando l'allarme: recentemente, dopo un raffreddore, influenza e ARVI, la debolezza intensificata, la letargia e i disturbi del sonno sono persistiti a lungo. Tutto questo - manifestazioni di sindrome astenica.

L'astenia può essere sia la manifestazione iniziale che la cessazione della malattia. Ma il più delle volte è la "coda" di un'infezione virale. Di regola, in 1-2 settimane, l'influenza, ARVI, polmonite, mal di gola, faringite, bronchite e altre malattie lasciano astenia post-infettiva.

L'importanza dell'astenia dopo infezioni virali respiratorie acute per la pratica clinica è confermata dal fatto che nella Classificazione Internazionale delle Malattie della 10a revisione, la sindrome G93.3 - sindrome da stanchezza dopo una precedente infezione virale - è stata individuata. La circolazione per il sintomo astenico è alta e raggiunge il 64%. La presenza di disturbi astenici nei bambini contribuisce al deterioramento della qualità della vita, alle difficoltà di adattamento nelle scuole materne e scolastiche, all'interruzione dell'educazione, alla riduzione dell'attività comunicativa, ai problemi nelle interazioni interpersonali e alla tensione nei rapporti familiari.

Dopo la fine del periodo acuto della malattia respiratoria del paziente, i sintomi dell'infiammazione locale - tosse, naso che cola, ecc. - sono ancora preoccupanti per diversi giorni. Dopo una settimana, la persona di solito recupera completamente. Tuttavia, per diverse settimane dopo il recupero molte persone sono preoccupate per debolezza, irritabilità, disturbi del sonno, digestione e altri sintomi. Tale condizione è chiamata astenia "post-infezione". La ragione è che qualsiasi raffreddore porta ad un indebolimento del lavoro dell'intero organismo. Allo stesso tempo, più grave è la malattia, più pronunciate le manifestazioni di astenia dopo il recupero.

Solitamente, l'astenia dopo infezioni respiratorie acute è accompagnata dai seguenti sintomi: letargia; irritabilità, sbalzi d'umore; apatia (riluttanza a fare qualsiasi cosa); stanchezza; disturbo del sonno; mal di testa ricorrenti; vertigini; diminuzione dell'appetito; costipazione; deterioramento della pelle e dei capelli. Spesso, le persone accusano questa condizione di affaticamento, ipovitaminosi, una brutta giornata, ecc. Ma se recentemente hai avuto una malattia con un'influenza, una grave infezione virale, bronchite, polmonite, ecc., Questa è probabilmente la ragione.

Al fine di fermare la malattia nel tempo, nella diagnosi di astenia si dovrebbe distinguerlo dalla stanchezza ordinaria.

Differenze di astenia da affaticamento fisiologico:

  • ha una durata maggiore;
  • non passa dopo una notte di sonno o riposo;
  • richiede un trattamento

Vale la pena notare che l'astenia si sviluppa gradualmente. Prima c'è una leggera stanchezza. Una piccola interruzione. Durante questo periodo, il paziente si rende conto che è tempo di fare una pausa e riposare, ma per varie ragioni si obbliga a continuare a lavorare. Le difficoltà compaiono nella sistematizzazione dei compiti, difficoltà nel separare il principale dal secondario.

Inoltre. C'è una forte stanchezza. Il riposo diventa necessario. Ma il paziente non può fermarsi e continua a lavorare per inerzia. Di conseguenza, la sindrome astenica progredisce. Apatia e mal di testa compaiono, il sonno è disturbato, la depressione si verifica.

Le lamentele tipiche dopo aver sofferto di varie malattie sono la debolezza, l'aumento dell'affaticamento mentale, la costante sensazione di affaticamento, aggravata dallo sforzo fisico, dalla mancanza di motivazione, dall'ansia, dalla tensione. Allo stesso tempo, i pazienti hanno difficoltà a concentrarsi, non riescono a concentrare la loro attenzione su nulla per molto tempo e sono facilmente distratti. Allo stesso tempo, appaiono instabilità emotiva, tatto, pianto, capricciosità, impressionabilità e una sensazione di nervosismo interiore. Inoltre, il sonno è disturbato, la persona si addormenta con difficoltà, non può rilassarsi e si sveglia forte, si alza e non risponde. L'appetito scompare, la potenza sessuale diminuisce. La sudorazione è spesso aumentata, il paziente ha una sensazione di interruzione dell'attività cardiaca, non c'è abbastanza aria.

Inoltre, la sindrome astenica può essere accompagnata da una forte diminuzione della soglia di tolleranza di vari stimoli: suoni forti, luce intensa, carichi vestibolari e condizioni meteorologiche estreme. I fattori esterni sono più fastidiosi, come il cigolio di una porta, il rumore di una TV o una lavatrice. Tutto ciò impedisce di condurre uno stile di vita abituale, provoca manifestazioni di disadattamento nel comportamento.

Tutti i sintomi di cui sopra dovrebbero essere la ragione principale per la ricerca di cure mediche.

Cause di affaticamento...

Una volta nel corpo, il virus sconvolge molti processi biochimici. Le modifiche riguardano prima il sistema respiratorio, quindi il sistema circolatorio (ad esempio, il virus dell'influenza può ridurre il tasso di coagulazione del sangue). Le particelle di virus, i loro prodotti metabolici, le cellule epiteliali distrutte, ecc., Provocano intossicazione, cioè avvelenamento del corpo. In particolare l'intossicazione colpisce il lavoro del sistema nervoso. Con grave intossicazione, convulsioni, allucinazioni e vomito sono possibili nel periodo acuto della malattia. Gli effetti delle tossine sul cervello si avvertono a lungo dopo la vittoria del corpo sul virus. Ecco perché il mal di testa può far male, la qualità del sonno si deteriora, la capacità di concentrazione, ecc. Gli effetti collaterali dei farmaci usati contribuiscono anche allo sviluppo di astenia. Ad esempio, è noto che grandi dosi di interferone hanno un effetto tossico. L'abuso di farmaci antipiretici influisce negativamente sul sistema circolatorio, sul fegato e sui reni. Se gli antibiotici sono stati usati per combattere le complicanze di ARVI, durante il periodo di recupero vi è il rischio di sviluppare la disbiosi, ecc.

Cosa fare Come aiutare il corpo a riprendersi dalla lotta contro le infezioni?

Nella maggior parte dei casi, è sufficiente correggere la modalità del giorno, la dieta, alcune abitudini. Prima di tutto, è il cibo. Il cibo dovrebbe contenere una grande quantità di vitamine e, allo stesso tempo, essere facile per l'intestino. Nella dieta dovrebbero includere alimenti come: verdure fresche e frutta; carne magra e pesce; prodotti a base di latte fermentato; bevande varie - succhi di frutta, tè con erbe e frutta, acque minerali; verdi; porridge di cereali Inoltre, dopo l'influenza, decotti, infusi e preparati vitaminici ricchi di vitamina C (rosa selvatica, lampone, mirtillo rosso) saranno utili. È necessario garantire l'assunzione di vitamine e sostanze nutritive con il cibo, è inoltre possibile assumere compresse di complessi vitaminico-minerali.

Altrettanto importante è la routine quotidiana. Una componente importante del trattamento dell'astenia è l'aderenza al giorno, il rimanere all'aria aperta, l'esercizio fisico. Ma allo stesso tempo, non bisogna dimenticare una modalità di lavoro e di riposo adeguatamente organizzata, riducendo al minimo lo stress. Per fare questo, devi essere più rilassato su ciò che sta accadendo, fare delle pause durante il lavoro, circondarti con le persone preferite. Inoltre, per la prevenzione dell'astenia, è necessario un riposo attivo, sport, una visita alla piscina, procedure di tempra dell'acqua (docce a contrasto, bagni con sale marino) e passeggiate regolari.

Poiché la malattia è associata al dispendio di forza vitale e mentale, il paziente ha bisogno di riposo, cambiamento di atmosfera e tipo di attività. Ciò consentirà al corpo di riposare e accumulare energia. Ma a volte queste raccomandazioni sono impossibili a causa di determinati motivi, o in alcuni casi l'astenia è così forte che richiede assistenza medica e trattamenti speciali. Pertanto, ricorrere alla terapia farmacologica.

  • Gli agenti nootropici o neurometabolici sono farmaci sicuri e convenienti per correggere un disturbo psicopatologico. Ma la loro efficacia clinica rimane non dimostrata, poiché non tutti i sintomi del disturbo sono controllabili. Per questo motivo, questa categoria di farmaci viene utilizzata con diversa intensità in diversi paesi. Sono ampiamente usati in Ucraina, ma raramente in America e nell'Europa occidentale.
  • Antidepressivi - sono inibitori della ricaptazione della serotonina utilizzati per il trattamento del sintomo astenico complesso e segni di depressione.
  • Antipsicotici o neurolettici atipici sono efficaci in condizioni asteniche vitali.
  • Psicostimolanti: questa categoria di farmaci è prescritta da uno psichiatra con le appropriate indicazioni per l'uso. Questi includono e significa azione proholinergicheskogo.
  • Bloccanti del recettore NMDA - aiutano con il deterioramento cognitivo dovuto all'aterosclerosi cerebrale e ad altre patologie che causano deterioramento cognitivo.
  • Gli adattogeni sono prodotti a base vegetale. Più spesso, ai pazienti viene prescritto ginseng, lemongrass cinese, pantocrinum, Rhodiola rosea ed Eleuterococco.
  • Vitamine del gruppo B - questo metodo di terapia è popolare negli Stati Uniti, ma è limitato nell'uso a causa degli alti rischi delle reazioni allergiche. Pertanto, viene utilizzata una terapia vitaminica ottimale, che include le vitamine del gruppo B, C e PP.
  • Il coenzima Q10, una sostanza simile alla vitamina che è direttamente coinvolta nella sintesi di adenosina trifosfato, protezione antiossidante e aiuta a ripristinare altri antiossidanti (vitamina E), è possibile come antiossidante nella sindrome astenica.

Tutti gli strumenti di cui sopra richiedono indicazioni appropriate per l'uso. Allo stesso tempo, nella pratica medica generale, il loro uso è limitato. La consultazione con uno specialista è necessaria, la maggior parte dei farmaci viene dispensata in farmacia rigorosamente con prescrizione medica.

Top